Videogame – La Sepoltura della Letteratura

Stasera facciamo la rivoluzione

Stasera facciamo la rivoluzione

Vi va un po’ di rivoluzione stasera? Prendiamo il joypad. Tonight We Riot è un videogioco involontariamente pubblicato nel momento migliore: l’8 maggio, poche settimane prima delle rivolte negli USA. Viene presentato così: “In una distopia dove ricchi capitalisti controllano le elezioni, i media e le vite della classe operaia, siamo di fronte a due

Perché giocare di ruolo è fare arte

Perché giocare di ruolo è fare arte

Il gioco mi ha salvato più volte. Non mi sarei mai laureato senza Dragon Age: Origins: giocandoci ho capito che la sconfitta è un modo per imparare, e gli snodi della tesi si sono alimentati delle vittorie più difficili. Coi giochi di ruolo invece ho costruito la mia rete sociale dopo un trasferimento, cosa non

7 titoli per scoprire il meglio (e il peggio) dell’industria dei videogame

7 titoli per scoprire il meglio (e il peggio) dell’industria dei videogame

  Questo articolo sul meglio e il peggio dei videogame è stato scritto a quattro mani da Matteo Campanini e Giovanni Luca Molinari. L’idea è stata sviluppata nel corso di una lunga catena di messaggi vocali su Whatsapp in cui si parlava di Bandersnatch, Netflix, narrativa ipertestuale e videogiochi   Qualche tempo fa, ho scritto

Pathologic, o meglio: Pestilenza. L’Utopia

Pathologic, o meglio: Pestilenza. L’Utopia

Musica consigliata durante la lettura: una qualunque tra le colonne sonore del gioco, tutte reperibili su YouTube cercando “pathologic ost”, “pathologic soundtrack” o similia: afasici ed eterei inni della steppa che ci accompagneranno durante la nostra discesa in una mente frammentata e stordita dai miasmi della malattia. Allow me to remind you that an epidemic