• Li Zhi
    Intersezioni

    Li Zhi, l’eretico dal cuore di bambino

    In Cina, nei secoli andati, girava una storiella che diceva così: “Wang Huizhi andò ad alloggiare per qualche tempo nella casa lasciata libera da un altro uomo, e ordinò che vi venissero piantati dei bambù. Qualcuno gli chiese: «Perché ti dai pensiero di una cosa simile, visto che abiti lì solo temporaneamente?» Wang si mise a fischiettare e a cantare qualche poesia, poi, indicando improvvisamente le piante di bambù, rispose: «Come potrei mai vivere anche un solo giorno, senza la compagnia di questi gentiluomini?” Era un aneddoto simpatico, riportato in una famosa raccolta del V secolo da un autore che intendeva farne un esempio di eccentricità. I letterati delle epoche…

  • Michael Kenna, Torii, Visions of Japan
    Intersezioni

    Per amor del vuoto

    L’horror vacui, il terrore del vuoto, appare a macchia di leopardo nella storia del nostro occidente: si va dai libri miniati di Kells, ai pulpiti di Nicola e Giovanni Pisano, all’esuberanza barocca e rococò fino alla tronfia pesantezza vittoriana. Si potrebbe ipotizzare che alle tendenze spiritualiste che vedevano la materia come corrotta dal peccato, e l’umanità una massa damnationis si contrapponga invece la tendenza a ricoprire tutto di materia all’infinito, per rifuggire un senso d’incompiutezza, una vacuità. O forse questa tendenza è da ricercarsi proprio nelle pieghe del Cristianesimo e nella lotta contro l’iconoclastia, quando le chiese incominciarono a riempirsi di altari, figure, croci e immagini votive? Sarebbe una tematica…

  • I Ching Lanterne
    Intersezioni

    Le metafore eterne dell’I Ching

    PASSEGGERE: credete che sarà felice quest’anno nuovo? VENDITORE: Oh illustrissimo certo sì PASSEGGERE: Come quello di là? VENDITORE: Più, più, illustrissimo. (G. Leopardi, Operette morali, 1988 Mondadori Milano p. 252) Come sarà il nuovo anno? Sarà l’anno giusto per mettere su un’impresa? O bisognerà essere prudenti? Ascoltiamo la televisione, diamo un occhio ai giornali su internet; qualcuno controlla le borse. Ma non ci basta, vorremmo sapere di più. Il nuovo lavoro sarà meglio o peggio di quello prima? E se piglio tutto e vado in Germania? Facciamo valutazioni, pronostici. Ma altre domande si affacciano alla mente: fra vent’anni la mia vita sarà felice? Francesca è una vera amica? Mi devo…

  • blank
    Intersezioni

    Un oscuro caos ordinato: l’inizio del Tao Te Ching

    Abbiamo sentito parlare tutti del Tao: tutti conosciamo il suo simbolo bipartito, con un punto di bianco nel nero un punto di nero nel bianco. In certi anni il taoismo era quasi una moda, e attirava curiosi e appassionati. Cosa sia però questo Tao ci sfugge abbastanza. Bene e Male? Giorno e Notte? L’attrazione fatale degli opposti? Per addentrarsi in questo Tao bisogna scomodare un vecchio saggio, la cui esistenza si perde nelle nebbie della Storia e della leggenda: il misterioso Lao Tzu. Sfuggevole come omero, opaco come il più eretico degli ermetici, oscuro quanto Eraclito, è l’autore del maggiore libro sacro taoista, il Tao Tê Ching. Un giro in…