Recensione– Pagina 2 di 5 – La Sepoltura della Letteratura

Il bisogno della tolleranza: Il Sognatore di Laini Taylor

Il bisogno della tolleranza: Il Sognatore di Laini Taylor

Durante il secondo Sabba della Dodicesima Luna, nella città di Pianto, dal cielo cadde una ragazza. La sua pelle era blu e il suo sangue era rosso. Si schiantò sopra un cancello di ferro, che per l’impatto si deformò, e lì rimase appesa, terribilmente inarcata, aggraziata come una danzatrice che si abbandona riversa sul braccio

Lune di miele, di Chuck Kinder

Lune di miele, di Chuck Kinder

Lune di miele è un libro estremamente americano. È americano fino al midollo, non solo perché a scriverlo è stato Chuck Kinder, non solo perché è ambientano nella California degli anni 70, non solo perché i protagonisti sono americani. È un libro americano per i temi, per i dialoghi, per i modi, per l’atmosfera. Dalle

La menta è ancora verde: il pianista di Yarmouk

La menta è ancora verde: il pianista di Yarmouk

Doveva essere il contorno di una foto, questo libro: dire cosa c’è stato prima e cosa dopo. La foto in questione è stata scattata nell’aprile del 2014 e ritrae un ragazzo smilzo con una maglietta verde al pianoforte. Non è una gran fotografia. Ma è stata scattata a Yarmouk. A Damasco. Damasco, quella che dovrebbe

Turbine, il trionfo letterario di Juli Zeh

Turbine, il trionfo letterario di Juli Zeh

Il ventunesimo secolo è progresso esasperato, svendita di valori, è «gente che cura il design del curriculum sin dall’asilo» e che sta perennemente incollata allo smartphone, iperinformazione, rendimento, capitalismo selvaggio… Non a Unterleuten, però. In questo atavico paesino di duecento abitanti, che dista un’ora da Berlino ma si trova ad anni luce di distanza dalla mentalità

America corrotta: 1876 di Gore Vidal

America corrotta: 1876 di Gore Vidal

Nella postfazione al suo 1876, tradotto in Italia come Emma, 1876, Gore Vidal sottolinea come sia importante conoscere la storia politica del proprio paese nel suo momento più basso, in particolar modo in un’epoca, gli anni Settanta del secolo scorso, che si sta avviando a diventare “troppo interessante e troppo poco tranquilla”. Il povero Gore,

Isabel Allende, Oltre l’inverno

Isabel Allende, Oltre l’inverno

Da accanita lettrice dell’Allende non ho potuto esimermi dal leggere l’ultimo suo “prodotto”, fiduciosa come sempre nei confronti della sapiente mano della scrittrice sudamericana. Purtroppo però il libro non mi ha convinto fino in fondo e mi ha lasciato qualche perplessità. “Oltre l’inverno” è un romanzo ambientato a Brooklyn nel bel mezzo di un tempesta

Un romanzo di romanzi possibili: Rais di Simone Perotti

  “Qual è il contrario della solitudine Kadir?” “Il mare Rais” Anatolia, ultimi anni del ‘400. Il piccolo Dragut viene rapito insieme all’amico del cuore, Keithab, ed entrambi vengono avviati alla carriera delle armi. Ma la scuola dei giannizzeri di Alessandria, collegio militare d’élite, è dura e crudele, come spietati sono i rapporti tra i

Il fenomeno “Smetto quando voglio”

Il fenomeno “Smetto quando voglio”

Smetto quando voglio è il primo capitolo di una trilogia, anche se il terzo film non è ancora uscito, tutta italiana. Il film ha una struttura classica e una storia leggera, quindi, attenzione: se volete qualcosa di impegnativo che ‘purghi’ le vostre passioni in senso strettamente aristotelico, questo film non è al caso vostro; se

I pensieri di uno stolto, di Silvia Leuzzi

I pensieri di uno stolto, di Silvia Leuzzi

Io amo le belle ragazze, mi piacciono i loro corpi, emanano un profumo che mi stordisce. Queste con le quali mi lasciano sono brutte, proprio non mi piacciono. È vero che, come dice mia madre, queste brutte mi baciano ma io voglio Martina, Giulia, Jessica, bionde o more, morbide, con gli occhi dipinti dal trucco,