Browse By

Tag Archives: oriente

Li Zhi, l’eretico dal cuore di bambino

In Cina, nei secoli andati, girava una storiella che diceva così: “Wang Huizhi andò ad alloggiare per qualche tempo nella casa lasciata libera da un altro uomo, e ordinò che vi venissero piantati dei bambù. Qualcuno gli chiese: «Perché ti dai pensiero di una cosa

Aurangzeb, il regno della serpe bianca

Accadde tutto in un batter di ciglia. I due elefanti che i servi dell’imperatore avevano aizzato l’uno contro l’altro per il divertimento del loro signore, quel giorno proprio non volevano saperne di collaborare: di fronte a uno stuolo di cortigiani ammutoliti, uno dei due fece

Il ventaglio dai boccioli di pesco

Anche le persone per natura più portate all’ottimismo dovevano ormai convenire che la situazione fosse decisamente spiacevole. La vedete, quella turba inferocita che dalle campagne si sta riversando verso Pechino? Ecco, quelli sono contadini. Esasperati da un secolo di malgoverno, ruberie e corruzione, hanno deciso

Confucio e il filo che lega il sapere

Ti capita di leggere un libro. Non ti dispiace, rimani incuriosito. Ti interessa la cultura dell’autore, il suo paese, il fatto che da quell’autore sia nata una religione. E studi quella religione, e non ti piace tanto, e allora approfondisci le altre religioni dello stesso

Shunga: l’arte giapponese dell’eros

Molti conoscono le stampe giapponesi, gli Ukiyoe; forse non tutti conoscono quel determinato gruppo di stampe che si suole definire shunga, cioè delle silografie di argomento erotico, principalmente del periodo Edo (1603-1868). Silografie bellissime, sono entrate a far parte della vita e della cultura materiale

tomikichiro-tokuriki

I segreti dell’haiku

Quando, alcuni anni fa, un monaco zen italiano mi disse «Eh, questa storia dell’haiku l’ho studiata parecchio, ma non sono mai riuscito veramente a venirne a capo» ci rimasi davvero male. L’haiku mi sembrava un mistero, una minuscola realtà impenetrabile a chi non conosca il

Per amor del vuoto

L’horror vacui, il terrore del vuoto, appare a macchia di leopardo nella storia del nostro occidente: si va dai libri miniati di Kells, ai pulpiti di Nicola e Giovanni Pisano, all’esuberanza barocca e rococò fino alla tronfia pesantezza vittoriana. Si potrebbe ipotizzare che alle tendenze