• Jing-Jing Lee storia della nostra scomparsa
    Intersezioni

    Storia della nostra scomparsa

    Ma per sopravvivere, cercavo di non fare rumore, di non fare niente, come se non esistessi. Non avevo altra scelta. Nella storia insegnata nelle nostre scuole, l’approccio storicistico, con l’attenzione per il tempo lineare e cumulativo, ha lasciato strascichi visibili, a partire dalla “selezione delle rilevanze”, che privilegia alcuni ambiti tematici, in particolare quello nazionale, politico e sociale. In particolare, l’accento è posto sulla nazione e le sue guerre, le crisi sociali e le rivoluzioni. Essa dunque “non persegue la comprensione dell’alterità di ciò che è lontano nel tempo e nello spazio”, né tantomeno si occupa delle vittime della Storia, che finiscono irrimediabilmente relegate in un paragrafetto a fine pagina,…

  • Henri Matisse Gioia di vivere origini del carpe diem
    Intersezioni

    Un mesopotamico carpe diem

    Una delle poesie più famose di tutti i tempi è forse il carme del Carpe Diem di Orazio: una perla per coesione, ritmo, capacità evocativa. Una perla che invita a cogliere ogni momento della vita, e a preoccuparci di meno del capire cosa ci riserva il domani, quali saranno le coincidenze, le prenotazioni e gli scorni della nostra vita futura: Tu non chiedere (conoscerlo è sacrilego) quale fine a me, quale fine a te gli dei abbiano dato, Leuconoe, e non tentare le cabale di Babilonia. Quanto è meglio quel che sarà, patirlo! Che Giove ti abbia accordato molti inverni, che sia l’ultimo quello che il mare Tirreno strema contro gli…

  • Liu Xiaobo
    Cerco la strofa

    Quando alla Poesia mettono il bavaglio

    Hanno chiuso la cella; hanno buttato la chiave. La penna è diventata un ago e la carta tante pezze da cucire. Questa è la pena assurda che sta scontando il poeta Lu Xiaobo, colpevole di aver aderito al movimento Charta 08, di cui è stato il primo firmatario e  alla cui stesura aveva attivamente collaborato. Professore, politico e poeta,  Xiaobo  (nato nel 1955) ha inteso l’impegno con l’umiltà e l’amore per il suo Paese, propria degli orientali, senza clamori o vanità. Quando nel 1989 ci furono le mobilitazioni che portarono agli scontri di Piazza Tienanmen, Xiaobo era in Occidente per alcune conferenze: le interruppe per tornare in Cina a dare il…