Giappone– Pagina 2 di 2 – La Sepoltura della Letteratura

Lo zen e l’importanza del rito

Lo zen e l’importanza del rito

«Che debbo dunque fare?» chiesi pensieroso. «Imparare la giusta attesa». «E come si impara?» «Staccandosi da se stesso, lasciandosi dietro tanto decisamente se stesso e tutto ciò che è suo, che di lei non rimanga altro che una tensione senza intenzione»< «Devo dunque spogliarmi intenzionalmente di ogni intenzione » mi scappò detto. «Questo non me

Vagabondo che non sono altro

Vagabondo che non sono altro

Rieccoci qui per il secondo, esaltante (ma soprattutto esaltato) articolo-fotocopia del format ▌▌PAUSA di Yotobi. Quest’oggi tratterò della mia esperienza col primo volume di Vagabond, annata d’oro 1998; un fumetto basato sul romanzo Musashi di Eiji Yoshikawa (1935). Qualcuno potrebbe riconoscere nel suo autore, Takehiko Inoue, la mente (e la mano) dietro Slam Dunk; forse

Chi era Hokusai?

Chi era Hokusai?

Ukiyo-e: è la parola con cui i giapponesi chiamano le stampe di Hokusai e degli artisti coevi, come i celebri Hiroshige e Utamaro, o i meno celebri Utagawa Kunisada o Esho. Queste stampe incredibili, come questa fenice dai colori violenti e le linee ardite, arzigogolate, che quasi escono dalla pagina, sono all’origine di una vera