Estremo Oriente – La Sepoltura della Letteratura

Un duello fra tigri – Li Si contro Han Fei

Un duello fra tigri – Li Si contro Han Fei

Cina, intorno al 260 avanti Cristo. Un giovane impiegatucolo di provincia nel regno meridionale di Chu solleva gli occhi dalla pila di scartoffie che nel corso dell’ultima settimana gli si è accumulata sul tavolo. L’inizio perfetto per un racconto di Kafka, se l’ambientazione fosse meno esotica. Lo sguardo dell’uomo cade su un topolino intento a

Zeng Jing – Il risveglio del traditore

Zeng Jing – Il risveglio del traditore

Come è lontano il Cielo, così l’imperatore. Proverbio cinese Il 31 gennaio del 1736, pochi mesi dopo essere stato investito dell’autorità suprema, l’imperatore Qianlong cancella con un colpo di penna l’esistenza terrena di un traditore dell’impero. Non potrebbe farlo, perché uno degli ultimi atti di governo di suo padre è consistito in un proclama in

Asia: l’armonia della differenza

Asia: l’armonia della differenza

In lingua originale, il saggio di cui sto per parlarvi è intitolato The Future Is Asian, nella sua traduzione italiana edita da Fazi Il secolo asiatico?, con l’aggiunta di un punto di domanda. Parag Khanna non sembra però avere alcun dubbio: come il diciannovesimo e il ventesimo sono stati rispettivamente il secolo europeo e quello

Li Zhi, l’eretico dal cuore di bambino

Li Zhi, l’eretico dal cuore di bambino

In Cina, nei secoli andati, girava una storiella che diceva così: “Wang Huizhi andò ad alloggiare per qualche tempo nella casa lasciata libera da un altro uomo, e ordinò che vi venissero piantati dei bambù. Qualcuno gli chiese: «Perché ti dai pensiero di una cosa simile, visto che abiti lì solo temporaneamente?» Wang si mise

Aurangzeb, il regno della serpe bianca

Aurangzeb, il regno della serpe bianca

Accadde tutto in un batter di ciglia. I due elefanti che i servi dell’imperatore avevano aizzato l’uno contro l’altro per il divertimento del loro signore, quel giorno proprio non volevano saperne di collaborare: di fronte a uno stuolo di cortigiani ammutoliti, uno dei due fece dietrofront e tentò la fuga, mentre l’altro si lanciava in

Serendipità – la lunga storia di una parola simpatica

Serendipità – la lunga storia di una parola simpatica

Il vecchio dizionario della lingua italiana che mi ritrovo in casa riporta la seguente definizione della parola “serendipità”: «Lo scoprire qualcosa di inatteso e importante che non ha nulla a vedere con quanto ci si proponeva di trovare o con i presupposti teorici sui quali ci si basava.» In un mondo migliore di questo, un

Il ventaglio dai boccioli di pesco

Il ventaglio dai boccioli di pesco

Anche le persone per natura più portate all’ottimismo dovevano ormai convenire che la situazione fosse decisamente spiacevole. La vedete, quella turba inferocita che dalle campagne si sta riversando verso Pechino? Ecco, quelli sono contadini. Esasperati da un secolo di malgoverno, ruberie e corruzione, hanno deciso che del fatto che l’imperatore – il Figlio del Cielo

Yoko Ogawa: un cuore che sanguina

Yoko Ogawa: un cuore che sanguina

Ogni volta che penso a mio fratello, il cuore mi sanguina come una melagrana scoppiata. (Yoko Ogawa, Una perfetta stanza di ospedale, Milano, Adelphi, 2009, p. 11) L’attacco di Una perfetta stanza di ospedale della scrittrice giapponese Yoko Ogawa è tremendo come un pugno sul tavolo. Sotto forma di similitudine, sotto forma di sogno, di

Confucio e il filo che lega il sapere

Confucio e il filo che lega il sapere

Ti capita di leggere un libro. Non ti dispiace, rimani incuriosito. Ti interessa la cultura dell’autore, il suo paese, il fatto che da quell’autore sia nata una religione. E studi quella religione, e non ti piace tanto, e allora approfondisci le altre religioni dello stesso paese. Poi, dopo dieci anni, ti regalano un libro. Quel