• Italo Calvino e le lezioni Americane
    Rinascita della Letteratura

    Il frutto amaro delle Lezioni Americane

    Il pesante è la radice del leggero Lao Tsu Italo Calvino è uno scrittore sorprendente. Sorprendente forse più oggi di quand’era in vita. Autore minimo, nello stile, nella produzione, nei temi: autore apparentemente da scuole medie, da antologia. Eppure un autore, forse l’autore, che ha esercitato un influsso profondissimo sulla letteratura e sulla cultura italiana. Anche Gadda, riconosciuto ormai come una delle punte più alte della nostra letteratura, è rimasto solo, e nessuno si sognerebbe mai di emularlo, o anche solo di rubargli qualcosa. Calvino invece è divenuto in poco tempo, in parte già da vivo, un modello di scrittura limpida e precisa, come la linea di un tecnigrafo; non…

  • Giacomo Leopardi, E come il vento Davide Rondoni
    Cerco la strofa

    Vivere con l’infinito addosso: e come il vento

    È un lungo peregrinare, quello di Davide Rondoni. Un peregrinare nei luoghi e nei ricordi, e nelle pieghe della Gioconda della poesia italiana: L’infinito di Leopardi, di cui ricorre quest’anno il bicentenario. Cosa scrivere su L’infinito (e sull’infinito) che non sia stato detto, analizzato, che non suoni come la ripetizione o una spenta ricognizione del già visto? È una sfida. Una sfida che si può raccogliere ampliando il più possibile il discorso, uscendo dalla minuta analisi filologica e stilistica, e inoltrandosi nella materia che emana il testo, e non semplicemente nella materia del testo, trattandolo esclusivamente in qualità di prodotto; uno sconfinamento che, se a volte può apparire disordinato, è a…

  • Gillo Dorfles
    Atelier

    La pietra nascosta di Gillo Dorfles

    Testimone diretto del panorama artistico e culturale del Novecento, nonché suo prolifico partecipe, Angelo Eugenio Dorfles detto Gillo (12 aprile 1910 – 2 marzo 2018) ha senza dubbio lasciato un segno indelebile nel nostro tempo, sia in qualità di artista sia come attento critico e osservatore. Dopo la sua recente scomparsa, molto è stato detto e scritto in suo ricordo. Aggiungere qualcosa forse sarebbe superfluo, tuttavia essendo la sua persona emblema di una vita spesa per l’arte, credo sia doveroso ricordarlo anche all’interno di questa rubrica che ha fatto della cultura artistica e della sua diffusione, uno dei pilastri. Per la sua incredibile poliedricità o per quella rara capacità di…

  • Vittorio Sereni
    Rinascita della Letteratura

    In questo mezzo sonno: la poesia di Vittorio Sereni

    Se dovessimo fare il nome del poeta che più di tutti ha influenzato le ultime due generazioni di poeti italiani, probabilmente faremmo il nome di Vittorio Sereni. La sua poesia appare a prima evidenza dissimulata e anticlimatica, leggera, così leggera da far credere Sereni un poeta non avvezzo alla piallatura del verso, un poeta ingenuo, quasi naif. Eppure ad una più attenta lettura troviamo una sua musicalità: si tratta di una poesia aperta, sulle orme di Saba e Bertolucci, una poesia delle cose prima ancora che delle parole. Una poesia che sappia prendere a Montale tutto, tranne la sua altera eleganza. L’apparato fonico minimo della poesia contemporanea, la sua vicinanza…