La Sepoltura della Letteratura

Inaspettatamente, Mosca

Inaspettatamente, Mosca

Se per qualche strana ragione, doveste capitare nel paesino di provincia in cui vivo, vi suggerirei di visitare la piccola chiesa nel centro del paese. Lì, una volta entrati, vi troverete davanti ad un grande cero… pasquale, direte voi, miei 25 lettori (cit.); no, quella è la candela che mia nonna e mia mamma hanno

Chi era Hokusai?

Ukiyo-e: è la parola con cui i giapponesi chiamano le stampe di Hokusai e degli artisti coevi, come i celebri Hiroshige e Utamaro, o i meno celebri Utagawa Kunisada o Esho. Queste stampe incredibili, come questa fenice dai colori violenti e le linee ardite, arzigogolate, che quasi escono dalla pagina, sono all’origine di una vera

Il carpe diem attraverso i secoli

Il carpe diem attraverso i secoli

Oltre le mura, sul volto i tiepidi raggi del sole morente, la crespa verzura scossa dall’Austro. L’odore delle cucine, i rumori dei servi, il soffio del vento, il cantare degli uccelli sul far della sera. Nel cielo le stelle, i miei piedi sul sentiero che erto si inerpica sul colle, l’orizzonte vinto dal Tirreno, le

Rapida guida per la notte di Halloween

Rapida guida per la notte di Halloween

Quelli di voi che la notte di Halloween controllano che le porte siano ben chiuse, le finestre sprangate e ogni angolo buio della casa sgombro alzino le mani.  Mi sembra di vedere pochi palmi levati al cielo, ma forse il vostro scetticismo e la vostra eccessiva fiducia sono mal riposti, sapete? Perchè indubbiamente in questa

Il buio non nasconde la Strada

Il buio non nasconde la Strada

L’Istituto Ciechi di Milano ospita nella sua sede una mostra intitolata Dialogo nel buio: è un percorso che si compie in totale assenza di luce, accompagnati da esperte guide non vedenti, dove ci si affida al tatto, all’udito, all’olfatto e al gusto per simulare esperienze di vita quotidiana in completa oscurità. Avendoci partecipato, mi sono

300

300

Devo assolutamente trovare dei titoli con una verve superiore a “Titolo dell’opera“. D’altro canto, temo che estendere la formula “Titolo dell’opera: quando la trasposizione filmica diventa… Caratteristica propria della trasposizione filmica” all’intero articolo risulterebbe non solo gravoso per lunghezza, ma anche per le profanità che avreste (e avete avuto) modo di trovare nel ruolo di

Oltre il contemporaneo: lo sguardo di Orazio

Oltre il contemporaneo: lo sguardo di Orazio

Care lettrici e lettori de La Sepoltura della Letteratura, ben tornati. Dopo aver brevemente discusso di alcuni personaggi chiave della storia greca mi accingo a fare una breve (ma spero significativa) rassegna di alcune opere e autori latini, con l’intento di suscitare in voi un caldo (o almeno tiepido) interesse per ciò che suscita in

Saluti dal Kurdistan

Saluti dal Kurdistan

Sentiamo tanto parlare del Kurdistan, di questa nazione divisa in tre stati, di questi Pesh Merga col fucile in spalla che oggi combattono contro l’ISIS, così vicino a noi, su quella striscia invisibile che separa la Siria dalla Turchia. In questi giorni sta avvenendo una battaglia decisiva ad una sessantina di chilometri da Şanlıurfa, la

Cos’è che Gesù NON farebbe?

Cos’è che Gesù NON farebbe?

Per la cronaca, quella che stai leggendo è la storia completa e inesorabile di una dipendenza. Perché in quasi tutti i programmi di disintossicazione in dodici fasi, la fase quattro prevede che uno faccia l’inventario della propria vita. Tutti i momenti più bassi e squallidi della tua vita: devi prendere un quaderno e scriverli. Un