Blog

Vincent Van Gogh Autoritratto 1888

Gli occhi a mandorla di Van Gogh

Dietro Van Gogh c’è il Giappone. È lui, gli occhi intensi, fissi, il capo rasato come un monaco zen; è un altro Van Gogh, un secondo Van Gogh, complementare a quello del cappello di paglia e dell’orecchio tagliato, al pittore dei mangiatori di patate, gialli come fossero essi stessi patate, neri della fuliggine delle case

v per vendetta

V per Vendetta

Amiche e amici della Sepoltura della Letteratura, bentornati. Sono lieto di presentarvi il secondo numero di Balloons, la rubrica random su fumetti (e argomenti affini) random gestita da un autore random. Dopo aver allestito il mio teatro di marionette annunciando la casualità lunatica delle uscite a venire, vi propongo, cari lettori, uno scoglio di senso

filippo il macedone

Gli uomini di Filippo il Macedone

La luce del crepuscolo tinge di rosso le asprezze di una contrada deserta, non più silente perché disturbata da uno scalpitio di zoccoli su pietra. Un cavallo e il suo cavaliere alzano al loro passaggio una nuvola di polvere giallastra, che si deposita quieta. Il viso barbuto dell’uomo è deciso ed imperioso, pronto a combattere

In principio

Chi segue La Sepoltura della Letteratura avrà incominciato a prendere dimestichezza con le sue tre rubriche; oggi ne aggiungiamo una quarta, dal titolo Intersezioni, che avrà cadenza settimanale: tutte le domeniche (ma, come scrive Zerocalcare, non è un patto di sangue) vi presenterò (o propinerò, vedete voi) racconti strani sull’arte e la letteratura orientale, e sui

Norwegian Wood – Murakami

Cerca di pensare che la vita è una scatola di biscotti. […] Hai presente quelle scatole di latta con i biscotti assortiti? Ci sono sempre quelli che ti piacciono e quelli che no. Quando cominci a prendere subito tutti quelli buoni, poi rimangono solo quelli che non ti piacciono. È quello che penso sempre io

dorohedoro

Dorohedoro di Q Hayashida

Gentili lettrici e lettori de La Sepoltura della Letteratura, salve. Avviandomi alla stesura d’una rubrica nuova, tanto per quanto riguarda questo sito, tanto per quanto concerne la mia stessa esperienza, ritengo sia doveroso porre delle premesse. In tutta onestà, dubito di potermi definire più di un discreto lettore di fumetti. Il mio interesse per questo

Discurso_funebre_pericles-e1426459682946

Cenni su Pericle: le macerie di ieri e di oggi

Pericle, uomo politico del V secolo a. C, fu a capo del partito democratico di Atene dal 461 a. C e per un trentennio fu la guida della più potente polis greca, caratterizzandone così tanto la vita politica e culturale da dare il suo nome ad un intera epoca: l’Età periclea. Sin dalle origini, l’opera di Pericle

foto di un bar (delle grandi speranze?)

Il Bar delle grandi speranze

J.R. Moehringer: forse l’autore vi è sconosciuto. In Italia ancora stenta a far parlare di sé, ma è uno scrittore e giornalista molto importante, oltre che premio Pulitzer 2000. Mi sono accostato a questo autore leggendo Open, l’autobiografia del tennista Andre Agassi, in cui Moehringer ha contribuito fortemente nella stesura e scrittura del libro come

gipi unastoria

Unastoria – Gipi

Mio nonno, in Sicilia, aveva l’abitudine di sparire ad un certo punto della sera e accendere un falò. Abitando in una vecchia casa di pietra dispersa nella campagna arida, le fiamme riuscivano a vedersi anche dalla spiaggia e dal mare lontano. Ci interrogammo spesso sul perché di questo rituale, ma alla fine rinunciammo all’impresa, catalogando