Blog

Mi ri-chiamo Dog, Dylan Dog: L’alba nera

Mi ri-chiamo Dog, Dylan Dog: L’alba nera

Mi chiamo Dog, Dylan Dog.  (Dylan Dog  L’alba nera, n. 401, p. 7) Dylan Dog si presenta a noi ex novo, come fece nella tredicesima pagina del primo albo. La postura, lo sguardo e le sculture che riempiono la stanza sono gli stessi, tuttavia le differenze si fanno già notare: non c’è più un primo

Oscar 2020, una magnifica sorpresa

Oscar 2020, una magnifica sorpresa

  L’articolo è stato scritto a quattro mani con Salvatore Ciaccio,  che si è occupato di The Irishman, Jojo Rabbit e C’era una volta a… Hollywood.  La recensione di 1917 l’abbiamo scritta insieme   E anche quest’anno c’è stata la premiazione degli Oscar. Nove i concorrenti per la categoria miglior film, e, bisogna dirlo, la

Rapida guida pratica allo Studio Ghibli

Rapida guida pratica allo Studio Ghibli

Lo Studio Ghibli, la casa di produzione cinematografica giapponese definita la “Disney d’Oriente”, sbarca sulla piattaforma Netflix. I suoi ventuno (più uno) film sono così disponibili a un vasto pubblico, che forse finora non si era ancora interessato più di tanto a questo mondo e che ora invece vorrebbe conoscerlo. Ma come affrontare al meglio

L’antichissimo culto dell’orso: il primo Dio?

L’antichissimo culto dell’orso: il primo Dio?

Storie di animali nel Medioevo – VIII La Chiesa lottò per circa un millennio contro l’orso e contro i culti che le diverse popolazioni barbare e non gli tributavano. La venerazione per questo animale era così diffusa e, probabilmente, aveva radici tanto antiche che la Chiesa si vide costretta ad usare ogni arma per combattere

Peste e Morte: il Male antico

Peste e Morte: il Male antico

L’epidemia del Coronavirus sta facendo parlare di sé, come in passato Ebola, la Sars e le grandi epidemie degli ultimi anni. Anche il Coronavirus sta falcidiando un consistente numero di vittime, vittime ormai vicine ai nostri sguardi multimediali eppure percepite come lontane dal nostro occidente, preoccupato esclusivamente che l’epidemia non arrivi fino alle nostre case.

Vittorio Corcos: sguardi in mostra

Vittorio Corcos: sguardi in mostra

Quando può apparire vero e intenso uno sguardo fatto di pittura? Fino al 16 febbraio 2020 è possibile ammirare al museo Accorsi-Ometto di via Po a Torino la mostra dedicata al pittore toscano del tardo Ottocento Vittorio Corcos intitolata “Vittorio Corcos. L’avventura dello sguardo”. Vittorio cresce in una famiglia ebraica, dopo aver frequentato le accademie

Storia della nostra scomparsa

Storia della nostra scomparsa

Ma per sopravvivere, cercavo di non fare rumore, di non fare niente, come se non esistessi. Non avevo altra scelta. Nella storia insegnata nelle nostre scuole, l’approccio storicistico, con l’attenzione per il tempo lineare e cumulativo, ha lasciato strascichi visibili, a partire dalla “selezione delle rilevanze”, che privilegia alcuni ambiti tematici, in particolare quello nazionale,

Calvino in musica: Claudio Angeleri e il Castello dei destini incrociati

Calvino in musica: Claudio Angeleri e il Castello dei destini incrociati

Di tutte le epoche passate il medioevo è forse quella che più ci lascia il senso di un altrove perduto e indeterminato, in cui tutto può succedere e il prodigio si mescola alla realtà. Da un punto di vista storico, infatti, ben poco accomuna le vicende di Stilicone o dell’invasione sassone delle Isole Britanniche con

Sei con tutti e con nessuno: la poesia di Nené Giorgadze

Sei con tutti e con nessuno: la poesia di Nené Giorgadze

Commemorazione su Facebook Il gioco è questo: sei con tutti e con nessuno. Frughi con le mani nel buio. Trovi una forma liscia, pensi di aver trovato un amico, invece è un coltello affilato col manico morbido, puoi conficcarlo nello spazio virtuale fino all’impugnatura e accarezzare la parte rimasta da questo lato, rivelare il segreto