Mattia Lo Presti

Cercatore d’Essere; Ignobile scrittore di poesie; Fanatico lettore onnivoro.

Sono nato a Como nel 1993. Mi sono diplomato al Liceo Classico A. Volta lottando principalmente contro la pigrizia e la matematica.

Dimenticavo: sono recidivo. Per questo, forse, mi sono iscritto alla facoltà di Lettere e Filosofia con indirizzo Lettere Moderne all’Università degli studi di Pavia.

È che non posso farci niente: amo la letteratura, la poesia e l’arte in generale. La maggior parte delle persone reputa la letteratura superflua, poco interessante e “morta”; dall’altro lato, le case editrici sembrano voler fomentare quest’idea purtroppo dilagante: il 75% dei libri pubblicati mi fa pensare ai poveri alberi usati per fabbricare la carta su cui vengono scritti. E piango dentro. Sia chiaro, la mia non è superiorità intellettuale: io non mi reputo in grado di fare qualcosa di migliore rispetto a loro. Vorrei soltanto con tutto il cuore che si smettesse di vivere la letteratura (e soprattutto la poesia: discorso critico) come un qualcosa di defunto e senza possibilità di novità. Le innovazioni tecnologiche e sperimentali esistono anche in questo campo. Che poi si contamini l’eterodossia della bellezza artistica, è un’altra storia… Ecco perché ho fondato la “Sepoltura della Letteratura”: cercando ironicamente la bara più adatta per le esequie di un’arte ancora lungi dall’esser morta…

Per contattarmi: mattia (at) lasepolturadellaletteratura.it