Morire negli anni Venti

Morire negli anni Venti

«Perché le tombe dovrebbero dare una sensazione di vanità? L’ho sentito dire tanto, e Gray è così convincente, ma in un certo senso non ci trovo nulla di disperante nel fatto di avere vissuto- tutte le colonne spezzate, le mani giunte, e le colombe e gli angeli significano storie d’amore- (…) spero che la mia

Le visitatrici di Vargas Llosa

Le visitatrici di Vargas Llosa

All’inizio volevo raccontare questa storia seriamente. Ho scoperto che era impossibile. (Mario Vargas Llosa, Pantaleón e le visitatrici, 2001, Giulio Einaudi Editore, quarta di copertina) Lo guardi, lo apri, ti metti a leggere. Alle prime pagine non capisci niente; però ti avvince, e continui. Vargas Llosa, premio Nobel, meriterà leggerlo, meriterà andare oltre la prima

Una rumba di periferia

Una rumba di periferia

Se proprio vi interessa mi chiamo Aniello, Salvatore Aniello e mi chiamano Totò.      Dicono che somiglio a quello dei film da ridere perché mi metto la pomata sui capelli, ho gli occhi nerineri e la parlata napoletana che con le ragazzke non aiuta proprio. A me mi piace cantare e non so se

Evoluzioni “ad occhi chiusi”

Evoluzioni “ad occhi chiusi”

Il compito di rifondare il romanzo negli anni del primo dopoguerra, calando in esso la tensione espressionista dei suoi coetanei vociani, spettò a Federigo Tozzi. Fra gli autori della sua generazione, egli fu l’unico a tentare il genere romanzesco con coerenza e ad avvicinarsi ai risultati cui erano arrivati o stavano arrivando i due maggiori

Francesco Gazzé: il sentimento come ragion di scrivere

Francesco Gazzé: il sentimento come ragion di scrivere

C’è un’acuta distanza (quasi totale, cioè irreversibile o giù di lì) fra i sentimenti e il mondo attuale… Al punto che ognuno di noi (se fosse onesto) si dovrebbe inquisire schiettamente, sottoponendosi magari a un discorsetto accusatorio tipo questo: «Dove finisce la televisione e dove comincia la mia identità? Ahimè, non resta più alcun confine

Una foresta tra la vita e la morte

Una foresta tra la vita e la morte

Durante la sua vita tra gli shuar non ebbe bisogno dei romanzi per conoscere l’amore. Non era uno di loro, e pertanto non poteva avere mogli. Ma era come uno di loro, e quindi lo shuar anfitrione, durante la stagione delle piogge, lo pregava di accettare una delle sue spose per maggiore orgoglio della sua

La vita davanti a sé

La vita davanti a sé

«Signor Hamil, si può vivere senza amore?» Non ha risposto. Ha bevuto un po’ di tè alla menta che fa bene alla salute. Da un po’ di tempo il signor Hamil portava sempre una jellaba grigia, per non farsi trovare in giacchetta al momento della chiamata. Mi ha guardato ed è rimasto in silenzio. Doveva

Trash: bambini-spazzatura contro polizia-spazzatura

Trash: bambini-spazzatura contro polizia-spazzatura

Jorge Luis Borges, in una sua opera del 1970, affermò che «la letteratura non è altro che un sogno guidato». Di conseguenza, possiamo asserire che un libro può essere considerato come un viaggio mentale che ci consente di essere chiunque e qualunque cosa desideriamo e ci fa conoscere posti a volte incantati e paradisiaci, altre volte oscuri e

Burattini nelle mani della Follia

Burattini nelle mani della Follia

«Già, l’amore» dissi. «Parliamo di questo sentimento che non riuscivi a dominare. Come lo descriveresti?». Qui Stella fece un’altra pausa. Poi, con voce stanca, riprese: «Se non lo sai non posso spiegartelo». «Allora non si può definire? Non se ne può parlare? E’ una cosa che nasce, che non si può ignorare, che distrugge la vita delle