Nessuno si salva da solo: ecco come ce lo dice José Saramago

Nessuno si salva da solo: ecco come ce lo dice José Saramago

Tanti libri nascono e conducono vite spericolate. Compiono viaggi transatlantici, dai nostri polpastrelli, ai nostri occhi, alle nostre interiora. Quei libri ostruiscono le arterie e scalpitano sulle pareti della pelle in attesa di una via d’uscita, che si compirà solo al voltarsi dell’ultima pagina, con un sospiro di sollievo e un po’ di stanchezza. Fra

Perdersi: il labile confine tra verità e bugia

Perdersi: il labile confine tra verità e bugia

Esistono personaggi dei romanzi che leggiamo con cui è difficile non entrare in empatia fin dalla prima riga, che accendono in noi la speranza di incontrare, prima o poi nella vita, una persona altrettanto arguta, sensibile o intelligente. Henry, il sessantenne colto e squattrinato protagonista del romanzo Perdersi di Elizabeth Jane Howard, è sicuramente uno

Il lato ludico della letteratura: giochi popolari e avanguardie

Il lato ludico della letteratura: giochi popolari e avanguardie

La nostra intervista del 21 settembre 2020 a Francesca Grosso delinea il percorso dell’avanguardia dal Novecento ad oggi. Le tecniche avanguardiste sono ancora in uso, seppur con processi diversi, dato che si fondono con la tecnologia nella creazione di opere d’arte. È possibile infatti affermare che una quarta ondata di avanguardie si stia sviluppando nel

Qui nella penombra, di Carlotta Benedetta Bragaglia. Una storia vera

Qui nella penombra, di Carlotta Benedetta Bragaglia. Una storia vera

Quale musica più azzeccata dei famosi Notturni di Chopin, suonati solo al pianoforte per lasciarsi ispirare alla presentazione del libro di Carlotta Benedetta Bragaglia Qui nella penombra, che come dice già in copertina è Una storia vera. È la sua storia, la sua grande tragedia familiare e personale, che scuote la coscienza, non solo perché

Va tutto bene, Signor Field: un raro connubio tra letteratura e architettura

Va tutto bene, Signor Field: un raro connubio tra letteratura e architettura

Nei romanzi, che siano più o meno celebri, letture da spiaggia o grandi pilastri della letteratura, capita spesso di imbattersi in accurate descrizioni architettoniche di abitazioni, cattedrali o ville da sogno. Alcuni luoghi rimangono così impressi nella memoria, diventando vere e proprie icone o entrando nell’immaginario collettivo. Accade di rado, invece, che l’architettura sia il

Cosa leggere in agosto? Cinque libri perfetti per l’estate

Cosa leggere in agosto? Cinque libri perfetti per l’estate

Sarà certamente un agosto un po’ strano: molti rimarranno in città, poche vacanze all’estero e la preoccupazione di una pandemia non ancora del tutto sconfitta. Per fortuna, c’è un modo di viaggiare senza muoversi di un centimetro: sprofondarsi nella lettura.  E così, come di consueto, ecco a voi la nostra lista di libri per affrontare

Attualità di Ragazzo negro, il romanzo di Richard Wright

Attualità di Ragazzo negro, il romanzo di Richard Wright

Con occhi sempre attenti, e con cicatrici visibili ed invisibili, mi diressi al Nord, pieno d’una oscura nozione che la vita poteva essere vissuta con dignità, che gli uomini debbono essere in grado di guardare in faccia gli altri uomini senza timore, e che se gli uomini son fortunati nella loro vita sulla terra possono

La nostra folle, furiosa città

La nostra folle, furiosa città

Melting pot è un termine preso in prestito dalla lingua inglese che definisce un gruppo eterogeneo di persone di diverse provenienze sociali e geografiche, religione e condizione, che convivono nella stessa area. Un calderone, un amalgama culturale, si potrebbe dire senza ricorrere ad altre lingue. E proprio questo crogiolo è l’essenza di La nostra folle,

La letteratura rappresenta davvero le minoranze?

La letteratura rappresenta davvero le minoranze?

La rappresentazione del mondo come tale è opera dell’uomo; egli lo descrive dal suo punto di vista, che confonde con la verità assoluta Simone de Beauvoir Premessa Giugno di quest’anno infausto. In un gruppo di scrittori su Facebook qualcuno chiede «Nei vostri libri inserite personaggi LGBTQIA*?» Pur con le dovute eccezioni la maggioranza si focalizza