Fatti, logica e complotti: Anarcoccultismo di Erica Lagalisse

Fatti, logica e complotti: Anarcoccultismo di Erica Lagalisse

Una poco professionale premessa: fare questo testo è stato emotivamente faticoso. Lo è stato perché nella mia vita come in quella di tutte e tutti noi ci sono dei Manuele e dei Gianeustacchio (tra poco avrà senso, giuro) a cui tengo. Uno schieramento tra le due fazioni è preteso, niente vie di mezzo, solo traditori.

La Catastrophe – Samuel Beckett e il teatro del presente

La Catastrophe – Samuel Beckett e il teatro del presente

L’attesa, l’incertezza, i continui riferimenti alla morte, l’instabilità e la precarietà di una situazione che non è del tutto sotto il controllo dell’uomo ma piuttosto manovrata da forze esterne. Queste sono le caratteristiche del presente, uno scenario assurdo quanto reale. Molti sceneggiatori, registi e scrittori, hanno descritto scenari simili e a guardarli ora sembrano quasi

Perché giocare di ruolo è fare arte

Perché giocare di ruolo è fare arte

Il gioco mi ha salvato più volte. Non mi sarei mai laureato senza Dragon Age: Origins: giocandoci ho capito che la sconfitta è un modo per imparare, e gli snodi della tesi si sono alimentati delle vittorie più difficili. Coi giochi di ruolo invece ho costruito la mia rete sociale dopo un trasferimento, cosa non

Finestre Aperte. Cascinet: per una filosofia della cura

Finestre Aperte. Cascinet: per una filosofia della cura

Con-tatto, forme di resistenza artistica nelle periferie Finestre aperte – pt. 2   Nel 2012 alcuni ragazzi e ragazze si imbattono in una cascina dall’aria un po’ rustica, insinuata – come a voler occultare il proprio segreto – in uno dei rari spazi verdi a Milano: nel quartiere Cavriano, tra Ortica e Forlanini. Incuriositi dal

Finestre Aperte. Gratosoglio: una piccola eterotopia

Finestre Aperte. Gratosoglio: una piccola eterotopia

Con-tatto, forme di resistenza artistica nelle periferie Finestre aperte – pt. 1   Gratosoglio è un quartiere di Milano immerso nel verde, vicino a Piazzale Abbiategrasso: anticamente era un piccolo borgo popolato dalle rane, ma la memoria delle origini si è dissolta dal tessuto cittadino e a riportarcela alla mente è Francesca durante la nostra

Solidarietà digitale: la cultura al tempo del Coronavirus

Solidarietà digitale: la cultura al tempo del Coronavirus

Il coronavirus ha segnato grandi cambiamenti nelle nostre vite e nella realtà attuale, portando, oltre alla tragedia, anche solitudine e isolamento tra le persone costrette a rimanere a casa. Fortunatamente sono nate molte iniziative volte a diffondere la cultura onlne: podcast, tour virtuali, webradio ed eventi su piattaforme su skype o su zoom. Un nuovo

Teatri di stalla, tigri di carta… e altre mirabolanti realtà culturali

Teatri di stalla, tigri di carta… e altre mirabolanti realtà culturali

Sapete che in Italia le associazioni culturali sono più di 300.000? Se poi aggiungiamo anche le riviste, i blog, i gruppi senza un riconoscimento giuridico, le fanzine, le autoproduzioni… si arriva a un numero enorme. Incredibile, vero? Eppure è così. In Italia c’è un intero sottobosco di piccole realtà che nascono un po’ qui, un

Con – tatto: forme di resistenza artistica nelle periferie

Con – tatto: forme di resistenza artistica nelle periferie

Un reportage e la storia di questi mesi   “La città è un grande corpo” ci dice Ivan riecheggiando le parole di Durkheim quando lo intervistiamo trovandolo alle prese con la sua ultima opera di lettering all’altezza del Naviglio Grande. Sta scrivendo la parola “impegno” e ci dice che la parola è epifania, disvelamento, e

Frances Farmer avrà la sua vendetta

Frances Farmer avrà la sua vendetta

Frances Farmer avrà la sua vendetta su Seattle, cantava Kurt Cobain nell’omonima canzone dell’album In Utero. Frances Farmer avrà la sua vendetta su Seattle, la sua città natale, dove nacque il 19 settembre 1913, che non riuscì mai a perdonarle la sua intelligenza precoce e la sua anima inquieta, che la spinsero a scrivere, quando