Category Archives: Miscellanea

Quella notte in cui Truman Capote volle dare una festa

Avete mai sentito parlare del Black and White Ball? Storie d’altri tempi che vengono narrate e ritornano alla mente come una vecchia pellicola rumorosa e tremolante, cullata dal proiettore che la rende magica ai nostri occhi. Ecco, io quell’episodio lo immagino proprio così: silenzioso, fatto

Storie di Stati e Imperi

Sul fascismo – Parte IV Le elezioni europee si avvicinano e, pare, si avvicina anche la vittoria dei partiti di estrema destra. La crescita elettorale delle formazioni che si richiamano più o meno apertamente al nazionalismo e al fascismo (maldestramente camuffate sotto l’etichetta di populismo)

Sandy Skoglund. Emotività e fisicità.

Sandy Skoglund diventa un’artista famosa grazie ad un quadro che lascia tutti interdetti: un numero esiguo di gatti verde fosforescente, dunque radioattivi, in una stanza grigia insieme ad un uomo e una donna anziani. Oggi Sandy è considerata una delle figure più importanti della Staged

La danza tra performance e rito

Dopo anni in cui aveva smesso i panni di danzatrice per dedicarsi all’attività di coreografa, Chiara Frigo torna sulla scena con un solo di cui è protagonista: Himalaya. Lo spettacolo indaga la dimensione del rito, mostrando, in continuità con le tesi dell’antropologia contemporanea, il legame

Gli indifferenti

Sul fascismo – Parte II In occasione della Giornata del Ricordo pubblicavamo un articolo-presentazione del ciclo “Sul fascismo”. Avevamo messo molta carne al fuoco: dal problema della crisi al rapporto tra fascismo e cultura, dalla funzione degli intellettuali al concetto di conformismo… È necessario ora

Mala tempora currunt (sed peiora parantur)

Sul fascismo – Parte I Le crisi non capitano per caso né sono dei momenti in cui la società prende una sbandata imprevista. Le crisi sono il momento in cui i nodi vengono al pettine, in cui le contraddizioni sociali esplodono in forma violenta, in

Il tempo è lo spazio dello sviluppo umano

«Il tempo è lo spazio dello sviluppo umano» scriveva Marx nel 1869. Oggi, dopo la rivoluzione einsteniana e i suoi sviluppi, l’accostamento di tempo e spazio può non sembrare così ardito. Diversa ricezione dovevano averne avuta i suoi contemporanei. In che senso il «tempo è