6 Maggio 2019 – La Sepoltura della Letteratura

Perdizione e direzione, di Francesco Di Domenico

Perdizione e direzione, di Francesco Di Domenico

  Ora che l’infinito è finito Non sono più affine ad un eventuale fine E se m’imbarco in qualche nuovo inizio So già come finisce. Finisce. Avrò la giusta vittoria e non più rivincita L’arco all’arciere, la farina al sacco. Ora che l’infinito è già ieri Non resto scisso e sinistro a cercare l’amor rescisso