Browse By

La vita davanti a sé

«Signor Hamil, si può vivere senza amore?» Non ha risposto. Ha bevuto un po’ di tè alla menta che fa bene alla salute. Da un po’ di tempo il signor Hamil portava sempre una jellaba grigia, per non farsi trovare in giacchetta al momento della

L’oscuro inizio del Tao

Del Tao ne abbiamo fin sopra i capelli. Se ne trova un po’ ovunque, catenine collanine ninnolini vari, mode New Age orientaleggianti ed esotiche. Oggi siamo (forse è un’impressione) in un periodo di reflusso, ma le parole Tao e Zen sono sempre usate e le

Roy Lichtenstein

“Introduzione all’articolo ricca di retorica superflua e introdotta dagli usuali saluti, atta in apparenza a proporre un argomento a caso per poi vertere, improvvisamente o con delicata misura, verso il tema del numero odierno.“ Eh, sì. Sostenere che fossi a corto di idee per la

vinile, romanzo familiare

Vinile – Romanzo familiare in colonna sonora

In collaborazione con l’agenzia letteraria Grandi & Associati, che ci ha segnalato questo romanzo indies g&a. […] Sono intelligenti, sai, i pesci. Imparati, girano i mari, incontrano altri mondi, raccontano di luoghi illuminati, vite avventurose e uniche. Per descrivere Vinile, scritto a quattro mani da Maria

Michelangelo_giudizio_universale_dettagli_inferno

Peste e Morte: il Male antico

Ancora pochi giorni e la morbida coltre con cui il Tempo ammanta gli anni passati scenderà sul 2014 coprendone gli eventi, sbiadendone il ricordo. Questo verrà interpretato, analizzato nella nostra mente: spunto di riflessione, soffice antro dove affastellare immagini, freddo archivio di numeri e sensazioni.

Caspar David Friedrich, il viandante sulle nebbie

La Poesia come smarrimento

[…] Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Silenzi, e profondissima quiete Io nel pensier mi fingo; ove per poco Il cor non si spaura. […] (Versi tratti dalla magnifica poesia di Giacomo Leopardi: L’Infinito. Da G. Leopardi, Canti, 1993,

Paul Gaugiun, dove siamo da dove veniamo e dove stiamo andando

Un mesopotamico carpe diem

Abbiamo da poco riproposto in nostra traduzione il famoso carme del carpe diem di Orazio; ma quell’idea, quel “cogliere il giorno” come un frutto maturo è antica, risale ad Epicuro e a prima di Epicuro, prima del prima e forse prima ancora.  Torniamo ad Est,

Giocare il fumetto

La tentazione di cambiare il titolo che vedete qui sopra con “Annichilire il rabarbaro” è rimasta fortissima per tutta la stesura dell’articolo odierno. Oh beh. Bentornati, amiche e amici letterati, a Balloons, che col numero odierno interrompe, almeno per ora, il format Nome dell’opera: quando

aristofane teatro

Piccola demagogia greca

Risalendo il corso dei secoli e abbandonati Petronio e Seneca al loro destino di Congiura, introduciamo in questa nuova puntata un autore ben più antico dei precedenti citati, un maestro del Teatro Greco, un personaggio immerso nell’attività politica del suo tempo: Aristofane. Chi è costui?