pollard-willows-and-setting-sun van gogh

Utopia giapponese

Abbiamo lasciato il nostro Van Gogh con le valigie in mano tra Parigi e la Provenza. Siamo nell’inverno del 1888 e il nostro amico arriva ad Arles. È quanto di più vicino al Giappone si può permettere: il sole, la bellezza dei paesaggi, la tranquillità della

Charlie-Parker-The-Metronome-All-Stars-1949-Herman-Leonard-e1426268807914

Ho sentito il trionfo della morte e la miseria, l’eros

Una delle cose che più mi affascina nel mondo del Jazz è la frequente compenetrazione tra miseria e bellezza. Le vite dei grandi musicisti, delle grandi cantanti si sono spesso consumate nel fango, annaspando tra povertà, amori in frantumi, tossicodipendenza, sigarette e pugni. Eppure questi

Lars_Hertervig_-_Coastal_Landscape_-_Google_Art_Project-1-e1426268520851

Luce, Nuvole e Melancholia

Fare letteratura è questione di luce; di luce e di nuvole. Puoi perdere i tuoi giorni alla ricerca della sfumatura perfetta, o saper cogliere l’essenza pura di ogni immagine,  la verità che trapassa l’essenza come un raggio di sole tra la nebbia. Questo processo, a

van-gogh-autoritratto-1888

Gli occhi a mandorla di Van Gogh

Dietro Van Gogh c’è il Giappone. È lui, gli occhi intensi, fissi, il capo rasato come un monaco zen; è un altro Van Gogh, un secondo Van Gogh, complementare a quello del cappello di paglia e dell’orecchio tagliato, al pittore dei mangiatori di patate, gialli

vpervendetta

V per Vendetta

Amiche e amici della Sepoltura della Letteratura, bentornati. Sono lieto di presentarvi il secondo numero di Balloons, la rubrica random su fumetti (e argomenti affini) random gestita da un autore random. Dopo aver allestito il mio teatro di marionette annunciando la casualità lunatica delle uscite

filippo il macedone

Gli uomini di Filippo il Macedone

La luce del crepuscolo tinge di rosso le asprezze di una contrada deserta non più silente perché disturbata dallo scalpitio di possenti zoccoli su pietra. Un cavallo e il suo cavaliere innalzano al loro passaggio una nuvola di polvere giallastra, che lenta si deposita quieta

onda hokusai

In principio

Chi segue La Sepoltura della Letteratura avrà incominciato a prendere dimestichezza con le sue tre rubriche; oggi ne aggiungiamo una quarta, dal titolo Intersezioni, che avrà cadenza settimanale: tutte le domeniche (ma, come scrive Zerocalcare, non è un patto di sangue) vi presenterò (o propinerò, vedete

1 murk

Norwegian Wood – Murakami

Cerca di pensare che la vita è una scatola di biscotti. […] Hai presente quelle scatole di latta con i biscotti assortiti? Ci sono sempre quelli che ti piacciono e quelli che no. Quando cominci a prendere subito tutti quelli buoni, poi rimangono solo quelli

dorohedoro

Dorohedoro di Q Hayashida

Gentili lettrici e lettori de La Sepoltura della Letteratura, salve. Avviandomi alla stesura d’una rubrica nuova, tanto per quanto riguarda questo sito, tanto per quanto concerne la mia stessa esperienza, ritengo sia doveroso porre delle premesse. In tutta onestà, dubito di potermi definire più di