Browse By

Category Archives: Il Cinematografo

Il fenomeno “Smetto quando voglio”

Smetto quando voglio è il primo capitolo di una trilogia, anche se il terzo film non è ancora uscito, tutta italiana. Il film ha una struttura classica e una storia leggera, quindi, attenzione: se volete qualcosa di impegnativo che ‘purghi’ le vostre passioni in senso

Il cinema è un animale con le corna: impressioni da Cannes 2017

Appena sceso dalla stazione c’era una ressa impressionante. Faceva un caldo porco, nonostante le previsioni dessero pioggia. 19 maggio, Cannes, Francia. Mi sembrava di essere sbarcato in una Varanasi del lusso, dell’apparenza, dell’eccesso, degli incontri fortuiti e dei meeting di lavoro. Ero abbastanza emozionato devo

Il femminil femminismo di Elle Woods

“Legally Blonde” è un conosciutissimo film del 2001 diretto da Robert Luketic. La trama del film è semplice: la protagonista, Elle Woods, interpretata da Reese Witherspoon, incarna il prototipo della ‘bionda perfetta’ nell’immaginario comune, la ragazza molto curata, caratterialmente leggera, sempre sorridente e di buon

Cabiria la donna pollo

La vita del personaggio del film “Le notti di Cabiria” è un film drammatico diretto da Federico Fellini che festeggerà, a maggio, 60 anni dall’uscita nelle sale. Il film è stato il frutto di un complesso lavoro del regista e dei suoi collaboratori ed è

La «rigida ricerca» di Ogni cosa è illuminata

Ogni cosa è illuminata, film del 2005 diretto da Liev Schreiber, non è semplicemente la storia di un viaggio. Anzi, si potrebbe addirittura dire che non è affatto la storia di un viaggio, ma piuttosto una riflessione sul senso del passato. Un invito quindi, un’esortazione

New Game+: Westworld

Un paio di doverose premesse: come chiunque dotato di occhi per vedere la dashboard avrà forse constatato, è da mesi che non scrivo una beata cicca. E questa è fatta. In secondo luogo, per quanto concerne Westworld, sono da annoverare in quella smilza schiera il cui

La resistenza ne La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo

Immaginiamo di trovarci nella nebbia della nostra coscienza, stiamo percorrendo una strada che non conosciamo, una strada spoglia e deserta e non riusciamo a vedere a pochi centimetri da noi. Cammina cammina, alla cieca, inciampiamo in un ostacolo: un corpo senza vita giace proprio davanti

Hai solo 8 minuti!

Introduzione. Il dieci gennaio di quest’anno è morto un pilastro della musica mondiale: David Bowie, un artista davvero molto amato (tra gli altri pure da chi scrive), poliedrico, trasgressivo, spesso in anticipo rispetto ai tempi e al Tempo. La sua dipartita è stata certamente unica,

Lei lui noi

Intro. Seguendo l’esempio del nostro caro Mattia (Macbeth, Irrational man) e imboccando il percorso da lui tracciato nelle ultime settimane, ho deciso di porre sotto i vostri occhi alcune mie riflessioni (o meglio impressioni) relative all’ultima pellicola da me visionata nel modesto bilocale in cui