Browse By

All posts by Mattia Lo Presti

Hitler, Socrate, Amore e Gelato

C’è un tipo di lettura che amo particolarmente. Allargando il discorso si può parlare anche di modo di fare letteratura, perché no. Non riguarda tanto il non prendersi sul serio, quanto più ridere della propria serietà. C’è differenza. Hitler, Socrate, Amore e Gelato di Kim Chiari (Nativi Digitali Edizioni, 2014)

Nobel per la Letteratura 2016

Chi sarà il vincitore del Premio Nobel per la Letteratura 2016? Il premio viene assegnato all’autore che «nel campo della letteratura mondiale si sia maggiormente distinto per le sue opere in una direzione ideale». Tra i favoriti di quest’anno troviamo il poeta siriano Adonis, lo scrittore keniota Ngũgĩ wa Thiong’o,

Haruki Murakami

Sognare la letteratura: Murakami

Quando mi chiedono “A chi daresti il premio Nobel per la Letteratura quest’anno?” rispondo solitamente con lo stesso nome da anni. Potrebbe sembrare un ritornello, un mantra ripetuto ormai alla nausea. Non è così: ogni anno mi sento sempre in imbarazzo nell’indicare in Haruki Murakami

harry potter e la maledizione dell'erede

Harry Potter e la maledizione del fandom

L’uscita del settimo e ultimo romanzo della saga di Harry Potter è, per qualche ragione, stampata nella mia memoria perfettamente. Era il gennaio del 2008 e trangugiai ogni singola parola del libro in meno di una giornata. Fu una sorta di overdose. Parlare dell’ottava storia

La Storia vista da vicino

Avventure mozzafiato che ti catapulteranno per magia in un mondo lontano. Rivivi la storia in prima persona! Diciotto incredibili viaggi nel passato, diciotto avventure mozzafiato che ti catapulteranno come per magia in un mondo lontano nel tempo e nello spazio: ecco la promessa degli autori Wyllie,

scomparso MacBride

Scomparso di Stuart MacBride

Chiunque si sarebbe aspettato un premio per la cattura di un killer spietato. O una promozione. Ma la gratifica toccata al vice ispettore Logan McRae è il trasferimento in una zona rurale dell’Aberdeenshire, dove la routine criminale è fatta solo di qualche spacciatore, piccole rapine,

exit daniela de prato

I segreti e le loro proporzioni

Giacomo Toscani, professione rappresentante farmaceutico, sposato con una figlia, uomo apparentemente scialbo, una vita agiata, improvvisamente scompare. Anna, sua moglie, chiede a Ofelia Horvath, sua vecchia amica e analista del marito, di aiutarla a rintracciarlo, prima della polizia. Nella vita di Ofelia tutti sembrano andarsene

the revenant

Un po’ di cinema crudo, grazie

Premetto subito una cosa: considero Alejandro González Iñárritu uno dei registri più talentuosi, equilibrati ed influenti degli ultimi quindici anni e lo reputo uno dei miei preferiti in assoluto;  negli ultimi anni mi ha fatto divertire parecchio, arrivando a toccare, con Birdman (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza), uno

macbeth

Bello è il brutto e brutto è il bello: Macbeth

Le mie aspettative per questo film erano molto alte. Macbeth, diretto da Justin Kurzel, con protagonisti Michael Fassbender e Marion Cotillard, avrebbe potuto giocarsi tutto nelle prime battute, nei primi istanti. Una leggerezza di troppo, una libertà esageratamente eccessiva dall’opera originale e si sarebbe parlato di un

irrational man

Woody Allen non impara dagli errori

Esiste una bella locuzione, in latino, che recita così: Parturient montes, nascetur ridiculus mus. Tradotta letteralmente, significa: «I monti avranno le doglie del parto, nascerà un ridicolo topo» (Orazio, Ars poetica, v. 139). Orazio, in questo modo, se la prendeva con quegli artisti che promettono