Browse By

Monthly Archives: febbraio 2016

Conosci il Paese dove fioriscono i cannoni?

Conosci il paese dove fioriscono i cannoni? Non lo conosci? Ma lo conoscerai! […] Lì non si nasce cittadini Lì c’è la promozione per chi ha l’acqua in bocca. Quando mi è capitato di leggere questa poesia ero in cucina, intenta alle solite profane occupazioni

Il Diavolo beve Poretti

Un bancone semicircolare, allungato, un tempo elegante, con un’estremità sfondata e minacciosa; circondato da qualche timido e attempato sgabello come una gatta di strada dai piccoli. Un’umile serie di lanterne in ferro, sospese al di sopra del mondo deprimente sul quale esse sole gettano un

Epitafio di un compositore incazzato

Marc-Antoine Charpentier è uno dei compositori del barocco francese attualmente più rappresentati sul mercato discografico. Le sue opere, da lui stesso diligentemente raccolte e consegnate alla posterità nei 28 volumi manoscritti noti come Meslanges autographes, sono ormai conosciute e apprezzate non solo dal pubblico di

La morte di José Saramago

Sì, caro lettore, forse la morte è un tema che mi ossessiona (come testimoniano alcuni miei articoli precedenti), forse perché nella realtà in cui viviamo non possiamo fare a meno di scrutarla, osservala, analizzarla, riesumarne le tipologie e le modalità, da vicino tra le pagine

Rosa Balistreri una donna tosta

“Si può fare politica e protestare in mille modi, io canto” Ho conosciuto Rosa Balistreri grazie a un’amica, poetessa calabrese, con la quale un giorno mi trovai a parlare del mio concetto di “Donna Tosta“. Le donne toste: ovvero quelle donne che si sono imposte

Cartesio: la via del dubbio

La ricerca di Sofia – Parte II Eccoci al primo degli autori che ci siamo impegnati a trattare: Cartesio (o Descartes). Perderci nei meandri del nozionismo sarebbe qui del tutto inutile, ci bastino due o tre pennellate. Il nostro nasce nel 1596 e a undici

Il volto di Istanbul

E’ una città di quelle che ti prendono alle spalle, ti aggrediscono e ti lasciano lì, solo, pieno di dubbi e con una grande voglia di vivere nel cuore. Nera nera d’autunno, scintillante in estate, cambia d’abito come una grande attrice, tra un atto e

Lei lui noi

Intro. Seguendo l’esempio del nostro caro Mattia (Macbeth, Irrational man) e imboccando il percorso da lui tracciato nelle ultime settimane, ho deciso di porre sotto i vostri occhi alcune mie riflessioni (o meglio impressioni) relative all’ultima pellicola da me visionata nel modesto bilocale in cui

Lo zen e l’importanza del rito

«Che debbo dunque fare? » chiesi pensieroso. «Imparare la giusta attesa». «E come si impara?» «Staccandosi da se stesso, lasciandosi dietro tanto decisamente se stesso e tutto ciò che è suo, che di lei non rimanga altro che una tensione senza intenzione» «Devo dunque spogliarmi