Monthly Archives: gennaio 2015

f1619

Quante bestie ha zio Tobia?

Voglio cominciare con il farvi una domanda: vi capita mai di guardare un animale negli occhi e avere la netta sensazione che stia nascondendo e architettando qualcosa che non vi aspettereste mai da un quadrupede? No? Mai? Prima che mi consideriate totalmente uscito di senno

Decorazione_palazziale_achemenide_521-486_ac-1._da_persepoli-e1426290906551

Citati e la Persia millenaria

Le librerie dell’usato sono sempre una fonte di ispirazione: ci entri e ti trovi davanti varie pile di carta più o meno gialla, più o meno disordinata, e inizi a cercare fino a quando un libro ti chiama. Non era molto usato il libro che

Melancholia_409_photo_by_Christian_Geisnaes_large1-e1426288437432

Fatale Melancholia

«La terra è cattiva, non dobbiamo addolorarci per lei.» «Cosa?» «Nessuno ne sentirà la mancanza.» «Ma dove crescerà Leo…dove crescerebbe?» «L’unica cosa che so è che la vita sulla terra è cattiva.» «Potrebbe esserci vita in altri luoghi!» «Ma non c’è.» «La vita è soltanto

Il-duello-di-Enea-e-Turno-di-Luca-Giordano-e1426288282917

L’epica e il popolo: l’Eneide di Virgilio

Nel 19 a.C. sulle coste italiche, lungo la via che porta a Napoli, è sepolto l’autore latino forse più conosciuto al mondo: Virgilio . La sua vita, la sua opera sono ancora insegnate nelle scuole, le sue parole hanno ispirato infiniti poeti, hanno incantato milioni di

smiley

La nostra felicità

«La fe-li-ci-tà, si, la felicità. A proposito di felicità, cercatela, tutti i giorni, continuamente, anzi chiunque mi ascolti ora, si metta in cerca della felicità, ora in questo momento stesso perché è lì, ce l’avete, ce l’abbiamo, perché l’hanno data a tutti noi, ce l’hanno

Beethoven-e1426441030867

Beethoven: l’estasi, i tormenti, la tenacia

Come tutti i geni, anche Beethoven è un pescatore. Le sue note, come piccoli ami, portano alla luce dal mare profondo della mente passioni dai colori caldi, intensi ma a volte accuratamente sfumate, in modo da poterne vedere la profondità. Beethoven narra la vita. La

meme

MEMEnto

Madame e messeri della Sepoltura della Letteratura, buongiorno. Lasciate che, nella mia continua ricerca di qualcosa di più o meno sensato con cui comporre gli incipit, mi attenga alle convenzioni sociali vigenti. Vi auguro un felice anno 2015. Ormai un quindicennio è trascorso dallo scoccare dei

722px-trionfo_della_morte_gia_a_palazzo_sclafani_galleria_regionale_di_palazzo_abbatellis_palermo_1446__affresco_staccato

Peste e Morte: Il Male medievale

Circa mille e cinquecento anni dopo gli eventi che funestarono Atene appena entrata in guerra, ovvero in piena epoca cristiana, un cronista di origini francesi dall’animo inquieto e un acceso gusto per il macabro ci racconta la dissoluzione e la rovina del suo mondo e